lunedì 5 settembre 2016

Serie B, Trapani e Pro Vercelli: un tempo a testa, ma che gol Coronado.

Un Trapani a due velocità pareggia contro una Pro Vercelli compatta e ben messa in campo.

Tutto sommato, si vede che l'anno scorso è stato un anno importante. Gli avversari ci studiano ci conoscono meglio e ci mettono in difficoltà, specie in un avvio di Campionato come questo con tante assenze e con i naturali carichi di lavoro sulle gambe dei giocatori. E mi pare di poter dire anche la rilevanza mediatica nazionale ha un peso diverso.

Nel primo tempo si è fatto sbatacchiare da una Pro scesa in campo con la voglia e l'aggressività giusta, caricata da mister Longo che ai giornali la settimana scorsa aveva dichiarato di voler «interpretare la gara come se giocassimo in casa, per fare punteggio pieno». E in effetti alla Pro sono bastate due "finti" tentativi per ritrovarsi avanti al 10'. Una disattenzione di tutto il reparto difensivo ha permesso a Vajushi di girare in rete un cross dalla destra.

Poi il Trapani si vede poco. Il gioco latita e il giro palla non si concretizza quasi mai, non permettendo ai granata nemmeno di arrivare alla trequarti. Unici bagliori di luce Coronado, che a un certo punto (43'pt) s'inventa un tiro bolide da trenta metri che esce per poco e Rizzato, sulla cui volgia, corsa, impegno non è mai inutile spendere parole: inimitabile!

Secondo tempo altra storia e altro Trapani. Cosmi avrà sbatacchiato i vari Legittimo, Casasola (nel primo tempo sarà andato in campo il gemello!) e company e l'orchestra ha cominciato a far sentire un po' di musica. Più dinamismo, azioni manovrate e gioco per un Trapani che arriva molto più del primo tempo nelle zone di Provedel. Proprio lui avrà il merito di tenere a galla la Pro con parate e interventi decisivi.

Dove non sono arrivate le mani dell'ottimo portiere piemonte è stato il pallonetto di Coronado che ha scavalcato difesa e attacco schierati per un calcio d'angolo. Gol da cineteca.

E poi praticamente nient'altro da rilevare. Poche emozioni vere. 

Un buon Trapani se si fa la media tra i due tempi. A sentire Cosmi, che giustamente è molto più esigente di noi tifosi e appssionati, c'è tanto da lavorare. E non posso che essere d'accordo con lui, ma su una cosa vorrei farvi ragionare: considerate le assenze, considerate il grado impreparazione alla categoria di alcuni dei nuovi e considerato la lunghezza della B (che per fortuna abbiamo imparato a conoscere!) c'è da essere fiduciosi che il lavoro di Mister Cosmi alla lunga si cedrà e sarà ripagato. 

Non è indispensabile ripetere i play-off o raggiungere traguardi storici. L'eroismo di questa squadra, anzi di questa Società, è darsi obiettivi alla portata con risorse adeguate. E' questo che sta facendo divertire e farà divertire il pubblico granata. Il resto sono chiacchiere e le lasciamo al bar...

Buon Campionato!

Cu ioca ioca, sempre forza Trapani!


Le pagelle

Guerrieri, 5 Un'uscita abbozzata e un gol sul groppone.

Casasola, 6 Nel primo tempo quasi sufficiente. Nel secondo entra con più verve e fa molto meglio.
Pagliarulo, 6.5 Una crescita professionale importante gli permette oggi di essere un baluardo per un reparto difensivo a volte superficiale. Gallina vecchia fa buon brodo. 
Legittimo, 5 Paga ancora lo scotto con la categoria - come dice Serse.
Fazio, 5.5 Sottotono. Ha fatto di meglio in altre gare.
Nizzetto, 6 Non brilla come vorrebbe. La sua genialità è imbrigliata nelle gambe pesanti di inizio stagione.
Coronado, 7 A tratti il Trapani è Coronado e viceversa. Superlativo il gol!
Barillà, 5 Non è la sua gara. Macchinoso, falloso e un po fuori dal gioco. Sbaglia tanti passaggi e alla fine viene sostituito.
Colombatto (18’st), 6 Per i suoi 19 anni e per soli 30' dimostra di avere stoffa da vendere... vedremo!
Rizzato 7.5 Inossidabile. Cosmi gli regala una meritatissima sostituzione.
Visconti (34’st), s.v. Il gioco granata orbita spesso sulla sua fascia (la sinistra, quella di Rizzato). Anche per lui tanti palloni, ma poco prodotto
Ferretti 6.5 Nel primo tempo è l'unico a parte Rizzato e Coronado, che si sbatte e si agita alla ricerca di palloni da trasformare in gol. Bella volè, ma poso precisa.
Citro (20’st), 6 Ancora in una forma fisica precaria, il nostro "Messi di Fisciano" ha acuto un'occasione che Provedel svente a manone aperte!
De Cenco 6 Poco movimento. E' troppo distante dalla manovra, Pressa, corre e si sbatte nel secondo tempo.
Reazioni:

0 commenti:

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.